SETTORI

 

 

I SETTORI di attività nell'ambito dei quali la POEMA fà ricerca e porta avanti i suoi progetti di R&S, sono quelli legati all'ambito operativo dell'SRT, strumento che ingloba e necessita per il suo funzionamento dell'ausilio di diverse tecnologie Ingegneristiche all'avanguardia.

I principali settori fra quelli legati all'SRT nei quali la POEMA intende operare sono:

  • MICROONDE nell'ambito della progettazione e realizzazione dei ricevitori radioastronomici;
  • SOFTWARE per il controllo dell'antenna, il campionamento l'acquisizione e l'elaborazione dei dati;
  • METROLOGIA per la misura e controllo delle deformazioni dell'antenna;
  • RFI per la misura delle radiointerferenze che disturbano le osservazioni radioastronomiche

Nel settore delle MICROONDE, vengono fatte ricerche per progettare e realizzare i complessi ricevitori radioastronomici che saranno installati sulle diverse posizioni focali dell'SRT. Questi ricevitori sono progettati e costruiti ricoorrendo dove possibile all'utilizzo e assemblaggio di componenti commerciali, ma molto spesso si ha la necessità di dover progettare e realizzare dei componenti specifici. I motivi possono essere sia perchè questi componenti non sono reperibili sul mercato, sia perchè quelli commerciali non soddisfano le stringenti prestazioni richieste dai ricevitori. Si ricorre quindi all'utilizzo di opportuni software di simulazione elettromagnetica per modellare i componenti prima di realizzarli nella nostra officina o in casi più complessi farli realizzare da officine specializzate.

Per quanto riguarda il SOFTWARE la gestione di un'antenna come l'SRT necessita di una grande quantità di programmi dedicati all'acquisizione, registrazione ed elaborazione dati. In ognuno di questi settori vengono testati diversi sistemi di campionamento e acquisizione, di registrazione e organizzazione di grandi database e dello sviluppo di software avanzato per l'elaborazione delle grandi quantità di dati acquisiti.

La METROLOGIA di una radiotelescopio è molto importante per un suo efficiente utilizzo alle alte frequenze. L'antenna infatti p progettata per funzionare bene senza sistemi di controllo fino alla frequenza di 22 GHz ma per operare da questa frequenza fino a quella massima di 100 GHz, ha bisogno di sistemi di misura e controllo che compensino le inevitabili deformazioni gravitazionali e termiche indotte sulla struttura metallica di cui è costituito. Per misurare queste deformazioni vengono studiati e testati numerosi sistemi di misura non a contatto, basati sia su sistemi laser e sensori dedicati, che fotogrammetrici con laser scanner o olografici.

Le RFI (Radio Frequency Identification) studiano e controllano la presenza di segnali interferenti che occupino e trasmettano nelle bande di frequenza riservate all radioastrnomia. In questo settore, con l'utilizzo di strumenti e mezzi dedicati, vengono effettuate campagne di monitoraggio, con strumenti molto sensibili per misurare intensità e frequenza dei segnali prodotti.

Dalle ricerche portate avanti in ognuno di questi settori, possono nascere idee e trasferimenti di tecnologie verso altri settori e applicazioni spesso totalmente scorrelati e inattesi. Obiettivo della POEMA è quello di trasferire e trovare applicazioni nel mercato alle nuove tecnologie di frontiera sviluppate e testate nel mondo della ricerca.

itenfrdeptrues

Free Joomla! template by L.THEME

Questo sito utilizza cookie tecnici allo scopo di permettere la corretta navigazione e cookie di profilazione di terze parti per l'invio di offerte pubblicitarie personalizzate. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.