CODESCRATCH

 

 

Il progetto di Didattica denominato CodeScratch è stato portato avanti dalla POEMA con i fondi messi a disposizione dall’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e gestiti dall’Agenzia regionale Sardegna Ricerche quale soggetto attuatore della Linea B) Scuole aperte. Il laboratorio presentato dalla POEMA è stato scelto da due scuole primarie di Quartu Sant'Elena, l'Istituto Comprensivo N° 4 (http://comprensivo4quartu.gov.it/) e l'Istituto Comprensivo N° 1 Porcu Satta (http://www.icporcusatta.gov.it/).

Obiettivo generale del progetto era quello di insegnare ai bambini le basi della programmazione e del pensiero computazionale in modo divertente e giocoso. Inutile sottolineare l’importanza nella società di oggi delle competenze in informatica, ma quello che si vuole trasmettere in questo progetto ai bambini delle elementari sono le basi del pensiero computazionale. Questo metodo di studio e di ragionamento, permette a chi lo acquisisce di poter affrontare la soluzione dei problemi con un ordinato e preciso ragionamento scientifico analitico. Per poter fare questo proponiamo l’utilizzo della piattaforma e del programma Scratch sviluppato dai ricercatori dell’MIT (https://scratch.mit.edu/).

Il software Scratch permette di spiegare i principi della programmazione facendo interagire i bambini con un personaggio virtuale, il folletto “Sprite”. Il programma prevede l’utilizzo di elementi grafici che non distraggono il bambino con complicati codici testuali e con i quali è possibile far compiere a Sprite delle azioni che fanno capire al bambino il funzionamento del flusso di comandi tipico di un qualunque software. Al termine del laboratorio i bambini acquisiranno le conoscenze base della programmazione inviando dei comandi in serie al loro Sprite e verificando immediatamente le reazioni che il personaggio attua come conseguenza dei comandi che loro stessi hanno pensato, ordinato e scritto. La soddisfazione nel vedere il loro personaggio inanimato compiere delle azioni in seguito ai comandi che loro stessi hanno pensato e scritto, li stimola a studiarne sempre di nuovi e più complessi e quindi a non fare semplicemente delle operazioni meccaniche ma a dover ragionare e far lavorare la mente. Il lavoro di gruppo inoltre li abituerà a condividere i problemi a discuterli e a capire che i diversi punti di vista forniti dai loro compagni può essere indispensabile per arrivare alla soluzione del problema in modo più rapido ed efficiente. Il Laboratorio prevede anche delle fasi di verifica dei risultati raggiunti, uno al termine del primo mese, uno del secondo e uno finale durante i quali in base ai risultati raggiunti dai ragazzi si potrà modificare e adattare lo svolgimento degli incontri.

itenfrdeptrues

Free Joomla! template by L.THEME

Questo sito utilizza cookie tecnici allo scopo di permettere la corretta navigazione e cookie di profilazione di terze parti per l'invio di offerte pubblicitarie personalizzate. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.